Da vecchio a nuovo in poche mosse

Il vecchio appartamento era rimasto sospeso nel tempo. Da quando l’edificio era stato edificato negli anni ’70 del secolo scorso non aveva più subito alcun miglioramento. I rivestimenti dei bagni e della cucina rispecchiavano ancora la moda dell’epoca: fiori e geometrie dai colori oggi impensabili.

Il progetto di ristrutturazione ha interessato il ripensamento di tutti gli spazi del vecchio appartamento per adattarsi alle esigenze dei nuovi proprietari: una coppia con due figli.

 

La casa era costituita da tre diverse zone. L’ingresso molto ampio, ma buio, permetteva l’accesso al soggiorno, alla zona della cucina e alla zona notte. Ogni passaggio era delimitato da un disimpegno o da un corridoio. Questa disposizione planimetrica dedicava troppi spazi ai percorsi e ai passaggi da un ambiente all’altro.

Le esigenze

La committenza desiderava avere stanze più ariose e senza l’effetto scatola causato dai diversi disimpegni. Il soggiorno, anche se ampio, non rispecchiava le esigenze di poter accogliere diverse situazioni: la zona relax, la zona pranzo e la zona studio. Il ripostiglio era in realtà un semplice sgabuzzino per le scope e si desiderava avere qualcosa di più utile.

La ristrutturazione

Il progetto, in accordo con la committenza, ha previsto il ripensamento dei percorsi a favore della creazione di spazi vivibili e versatili. I muri che delimitavano il disimpegno di ingresso sono stati eliminati per dare più respiro al soggiorno caratterizzato dalle ampie vetrate. Un ribassamento del soffitto è stato inserito per delimitare visivamente l’ingresso e l‘angolo studio ricavato in una nicchia.

Il ripostiglio è stato trasformato in cabina armadio. Il corridoio di accesso alle camere è stato trasformato in un piccola anticamera. I bagni e la cucina sono stati completamenti rinnovati e i rivestimenti di tutta la casa sono stati rifatti.

 

Rocco e Angela alla ricerca della casa perfetta – capitolo 2

Dopo i sopralluoghi e le analisi dei due immobili affrontati insieme, prima di contattare il proprietario per fare un’offerta economica concreta, si è deciso di approfondire la conoscenza della soluzione abitativa B e di scartare la soluzione A.

ricerca della casa

 

Perché è stata scelta la soluzione B?

Le due soluzioni, che hanno una superficie utilizzabile equivalente, presentano una distribuzione planimetrica tradizionale. La soluzione B permette però di avere una zona giorno molto più ampia e la cucina si affaccia direttamente sul soggiorno. Grazie a questa disposizione è possibile intervenire eliminando una porzione di parete e recuperare parte del corridoio. Inoltre, c’è la possibilità di realizzare un controsoffitto ispezionabile nel disimpegno per ricavare un armadio/ripostiglio per gli oggetti ingombranti che si usano poco.

ricerca della casa

ricerca della casa

 

 

 

 

 

 

Il bagno è stato ristrutturato nel 2014 con finiture di pregio e sanitari moderni, quindi non necessita di alcun intervento. Invece i pavimenti sono in cattivo stato e andrebbero sostituiti.

Nonostante i lavori più onerosi da sostenere la casa è stata scelta principalmente perché si trova nel quartiere di Milano preferito da Rocco e Angela.

Il mio compito, in questa terza fase, è stato quello di fare una prima bozza di progetto per soddisfare le esigenze dei futuri proprietari al fine di stimare e valutare l’impegno economico necessario per affrontare i lavori di miglioramento. In questo modo Rocco e Angela hanno potuto decidere quale cifra proporre al proprietario per l’acquisto, avendo ben presente quanti soldi tenere da parte per poter trasformare la casa nel loro nido.

La casa dei cartongessi colorati – il sopralluogo

Quando sono stata a vedere per la prima volta la casa dei cartongessi colorati non immaginavo fosse possibile riuscire ad accostare così tanti colori in un unico ambiente.

la casa dei cartongessi colorati

L’appartamento è situato al terzo piano di un enorme complesso. Una volta superata la soglia ci si ritrova direttamente nell’ambiente principale della casa. Un controsoffitto di colore lilla e dalla forma ondulata identifica la porzione di stanza adibita ad ingresso curiosamente contrapposto da un suo gemello situato di fronte. Il protagonista della stanza è il bancone della cucina che divide lo spazio a metà. Non c’è tavolo, non c’è divano. Ci sono alti sgabelli, due poltroncine basse fucsia e blu, un televisore. La luce entra dall’esterno attraverso una porta finestra che si apre verso un terrazzino: utile per stendere e per ospitare vasi di fiori.

Una enorme porta nera posizionata in obliquo rispetto al soggiorno identifica lo sgabuzzino dove trova posto la lavatrice, mentre l’anticamera che immette alla zona notte è identificata da un cartongesso bianco dove è alloggiato il condizionatore.

la casa dei cartongessi colorati

La camera da letto sembra molto piccola ed è dominata da  una serie di cartongessi di colore azzurro.  Sulla parete di destra sono collocate alcune nicchie porta oggetti, mentre sulla parete di sinistra una porta a specchio si apre verso la cabina armadio. Il soffitto è affollato da due serie di faretti collocati in alcuni cartongessi dalla forma ondulata.la casa dei cartongessi colorati

Il bagno è molto grande e luminoso: ci sono, infatti, due finestre. La vasca da bagno, scheggiata a causa di un incidente domestico, occupa una nicchia. Il wc è posto di fronte al bidet, mentre un enorme lavandino occupa un’intera parete.

la casa dei cartongessi colorati

Il mio compito sarà quello di trasformare il bilocale dai cartongessi colorati in una casa accogliete per Serena, una giovane dai gusti decisamente meno eccentrici dei precedenti inquilini e soprattutto con esigenze diverse.

 

il mio lavoro: aiutare le persone a creare la casa dei propri sogni

Stai cercando casa ma non sei sicuro di quello che hai trovato? Hai visto una casa, ma non sai se gli spazi sono adeguati alla tua famiglia?

Io ti aiuto a valutare pro e contro e a stimare un progetto di risistemazione prima di fare l’offerta economica, successivamente ti aiuto a realizzare il progetto di adeguamento alle tue esigenze abitative in ogni suo dettaglio fino alla scelta dei mobili e dei complementi d’arredo.

interior design casa sogni architetto

Scegliere un’abitazione significa riflettere all’esterno la propria personalità, i propri desideri, le aspettative più profonde. Significa trovare un luogo che riesca a trasmetterci un senso di protezione e allo stesso tempo di realizzazione. Perché quindi non affidarsi a un professionista per concretizzare i propri sogni?

Per qualsiasi informazione scrivimi senza impegno una mail a c.nicora@myhousemystyle.com